Farioli: “Mi ispiro a Sacchi e Guardiola, non dimentico la Juventus di Allegri”

Protagonista di un’ottima stagione al Nizza (dopo un inizio con tante vittorie, è attualmente quinto in campionato), Francesco Farioli ha rilasciato alcune dichiarazioni a Cronache di Spogliatoio per parlare della sua filosofia. Queste le parole del 35enne allenatore che piace anche al Napoli:

“Credo sia normale citare il Barcellona di Guardiola o l’Ajax di Cruyff, o il Milan di Sacchi. Squadre epocali che hanno cambiato il calcio. Ma per me diventa difficile non ricordare l’Inter di Mourinho o per certi versi la Juventus di Allegri”.

“La fase in cui devi chiuderti o stare più basso, sebbene non mi piaccia che la squadra abbia questo atteggiamento, è una fase della partita in cui sei costretto e per questo va allenata. A finire nel mirino dei più la scelta di Farioli di lodare anche le idee di calcio di Allegri, definite degne di nota nonostante le tante critiche ricevute dal tecnico toscano. Quest’ultimo infatti, non è apprezzato dagli esteti per uno stile di gioco molto pratico e decisamente poco spettacolare”.  

Translate »
error: Content is protected !!