Il Napoli cade in Russia: 2-1 Spartak e la qualificazione si complica…

Nella quinta giornata della fase a gironi di Europa League il Napoli affronta lo Spartak Mosca allo Stadio Spartak. Match point per per azzurri, che con un successo avrebbero la certezza della qualificazione. Spalletti schiera un 4-2-3-1 con Lozano, Mertens ed Elmas alle spalle di Petagna; turno di riposo per Rrahmani. I russi rispondono con un 3-5-2 con Promes  a supporto di Sobolev.

PRIMO TEMPO
Dopo un solo minuto Lobotka atterra in area Promes: dal dischetto Sobolev spiazza Meret. Al nono Sobolev colpisce di testa da buona posizione, ma spedisce alto. I padroni di casa si rendono ancora pericolosi con una conclusione di Moses dal limite, che viene bloccata in due tempi da Meret. La risposta dei partenopei arriva al sedicesimo: cross di Mario Rui e tiro al volo di Elmas, che viene respinto ottimamente da Selikhov, poi sulla respinta ci prova ancora il macedone trovando la seconda risposta provvidenziale del portiere avversario. Ci prova anche Zielinski, ben servito da Lozano, ma l’estremo difensore locale compie un altro autentico miracolo. Al ventottesimo Moses mette un cross perfetto dalla destra per la testa di Sobolev, che colpisce ancora e firma il raddoppio dello Spartak. Gli uomini di Spalletti non riescono più a far circolare palla fluidamente e perdono anche diversi palloni nella metà campo avversaria, esponendosi al rischio delle ripartenze imbastite dagli esterni di Rui Vitoria. Solo nel finale arriva un’altra chance, con Mertens che imbecca Mario Rui sulla sinistra, il quale crossa al centro per Lozano, che manda la palla ampiamente al di sopra della traversa. Si va cosi all’intervallo sul punteggio di 2-0.

SECONDO TEMPO
Al quinto il Napoli trova la via della porta con Di Lorenzo, che tuttavia è in posizione di offside dopo la sponda aerea di Petagna. Gli ospiti schiacciano nettamente lo Spartak nella propria metà campo, ma sono ancora imprecisi al momento della rifinitura dell’azione. Al quattordicesimo minuto Koulibaly colpisce di testa in area ma Selikhov blocca in sicurezza. Passano soli tre minuti e il Napoli si divora la rete, con Mertens che viene servito da Di Lorenzo e sotto porta si fa murare dal solito Selikhov. Un solo giro di lancette e la formazione ospite trova finalmente il pareggio: Mario Rui avanza palla al piede, scarica per Petagna che crossa perfettamente per la testa di Elmas, il quale timbra il cartellino e riapre la contesa. Dominio Napoli: Di Lorenzo serve perfettamente Zielinski, ma il polacco spara altissimo da ottima posizione. Al ventiquattresimo Lobotka perde un pallone sanguinoso a ridosso della propria area e Umyarov grazia i partenopei calciando al lato, con Meret battuto. A dodici minuti dal novantesimo entra in campo Rrahmani in luogo di Lobotka. Nel finale gli azzurri producono una sola occasione, con l’ennesimo colpo di testa di Elmas che viene respinto da Selikhov. Termina così il match: Spartak-Napoli 2-1. Il discorso qualificazione si complica maledettamente…

IL TABELLINO DELLA GARA

Spartak Mosca (3-5-2)- Selikhov; Caufriez, Dzhikiya, Gigot; Ayrton, Ignatov (dal 27’s.t. Lomovitski), Umyarov, Litvinov, Moses (dal 38’s.t. Rasskazov); Sobolev, Promes (dal 45’+2 Larsson). All. Rui Vitoria

A disposizione: Rebrov, Markov, Maksimenko, Kutepov, Eschenko, Shitov, Denisov.

Napoli (4-2-3-1)- Meret, Di Lorenzo, Koulibaly, Jesus, Mario Rui; Lobotka (dal 33’s.t. Rrahmani), Zielinski; Lozano, Mertens, Elmas; Petagna. All. Spalletti

A disposizione: Idasiak, Ospina, Malcuit, Fabiàn Ruiz, Rrahmani, Manolas, Ambrosino, Cioffi, Barba.

Arbitro: Turpin (Fra)
Assistenti: Danos e Gringore
IV: Millot
VAR: Letexierre, AVAR: Delerue

Ammoniti: Litvinov, Koulibaly  Spalletti, Sobolev, Promes.

Recupero: 3 p.t., 5 s.t.

Marcatori: 2′, 28′ p.t. Sobolev, 19’s.t.Elmas.

Translate »
error: Content is protected !!