Kim un muro

Il Napoli torna dalla trasferta di Firenze con un punticino dopo una gara molto equilibrata, nella quale con un episodio entrambe potevano vincerla. La Fiorentina nonostante la partita di coppa di giovedì scorso pressa a tutto campo e il Napoli ne risente, Kvaratskhelia non brilla e tutta la manovra d’attacco è lenta. Logicamente la fanno da padrone le difese, il coreano Kim è autore di ottima prestazione, gioca quasi sempre d’anticipo sull’attaccante avversario, aiuta spesso Mario Rui che viene sovrastato fisicamente dagli esterni d’attacco viola e qualche volta tenta anche la sortita offensiva. Kim è sempre attento, aiuta i compagni e quando c’è da spazzare via senza fronzoli lo fa. Non è molto bello da vedere tecnicamente, ma è sempre efficace, arrivato a Napoli per sostituire un certo Kolibaly, il coreano ci mette sempre la massima attenzione e applicazione ai dettami tattici di mister Spalletti. Intanto il Napoli non vince, ma mantiene per la seconda volta consecutiva la rete inviolata, ma soprattutto concedendo davvero poco agli attaccanti viola, infatti Meret è quasi inoperoso, gestendo l’ordinaria amministrazione. Kim c’è e potrà solo crescere con il passare delle partite.

 

Translate »
error: Content is protected !!