Monologo Napoli, si va ad Anfield per il primato

Vincere per cercare di blindare il primo posto: il Napoli affronta i Rangers con diverse modifiche di formazione. In campo Raspadori e Simeone dal primo minuto, mentre in difesa si rivede Ostigard. Gli scozzesi partono con il 4-2-3-1 con Wright, Tillman e Kent alle spalle di Morelos. Primo tempo che si rivela un monologo totale da parte della formazione di Spalletti. I partenopei cominciano subito a spron battuto imponendo ritmi alti alla partita, facendo girare deliziosamente la sfera. Dopo soli undici minuti arriva il vantaggio di Simeone, al termine di una bella combinazione terminata con l’assist vincente di Di Lorenzo. Il Napoli elabora un gioco totale, dando la sensazione di poter trovare da un momento all’altro la giocata risolutiva. A distanza di soli cinque minuti arriva un altro assist vincente, stavolta sull’altro versante del campo: Mario Rui pennella perfettamente per la testa del Cholito che buca ancora McGregor. Da questo momento gli azzurri si riposano con la sfera tra i piedi; eccellente Kim che effettua impeccabilmente qualche chiusura facendo esaltare il pubblico del Maradona. Gara autorevole anche da parte di Ostigard, mentre Raspadori non demerita da esterno e al contempo compie una serie di recuperi in fase di non possesso. Soltanto nel finale di tempo il Napoli si perde l’inserimento in profondità di Morelos, il quale tuttavia si fa murare da Meret. Elmas e Ndombele riescono ad accompagnare bene la manovra, con quest’ultimo che colpisce anche una traversa dopo essere stato servito da Di Lorenzo. Nella ripresa proprio Ndombele scarica per Simeone, che da posizione defilata tira sulle gambe di McGregor. I padroni di casa calano di intensità, facendo sì che gli scozzesi si facciano vedere con maggiore frequenza nella metà campo avversaria tentando di sfruttare qualche situazione favorevole su palla inattiva. Al ventesimo Raspadori si porta la palla sul destro e calcia di poco alto, poi gli azzurri si fanno sorprendere da un cross insidioso di Yilmaz che non viene ribadito in rete per un soffio. Spalletti inserisce Lozano e Gaetano in luogo di Politano ed Elmas. Gara che non ha quasi più nulla da dire: verso il finale Lozano appoggia per Di Lorenzo, che avanza palla al piede e la mette in mezzo per Mario Rui, il quale sfiora la marcatura. Sul corner successivo di Raspadori insacca il poderoso Leo Ostigard. A questo punto può tirare il fiato anche Lobotka, che lascia il posto a Gaetano, così come Raspadori sostituito da Zerbin e Di Lorenzo rilevato da Zanoli. Nell’altra gara del girone il Liverpool passeggia sull’Ajax, lasciando così aperto il discorso primo posto nell’ultima sfida ad Anfield. I partenopei non devono perdere per più di tre marcature per piazzarsi in testa al girone. Intanto ennesimo dominio e prova di forza offerta dalla compagine azzurra. Napoli si gode il Napoli.

Translate »
error: Content is protected !!