Chi è Viktor Gyokeres: un possibile sostituto di Osimhen!

Il Napoli torna a vincere, contro il Monza la squadra di Calzona mostra un minimo di dignità e riesce a battere i brianzoli dopo un grande secondo tempo. La rete del pareggio arriva ad inizio seconda frazione grazie ad un must che ormai ha evidenziato Victor Osimhen come uno dei migliori colpitori di testa d’Europa. Addirittura il giocatore nigeriano da quando è arrivato in Serie A ha realizzato gli stessi gol di testa di un vero e proprio fenomeno generazionale come Harry Kane. Ormai l’addio tra il numero 9 e il Napoli è ad un passo, la prossima finestra di mercato segnerà probabilmente la cessione più onerosa della storia degli azzurri. Con il probabile arrivo di Manna, il prossimo direttore sportivo dovrà scegliere oltre a rifondare il pacchetto difensivo, trovare un nuovo centravanti che possa sostituire pian piano l’ex Lille.

Chi è Viktor Gyokeres: un possibile sostituto di Osimhen!

Il nome di Gyokeres, attaccante 25enne svedese dello Sporting Lisbona, è entrato anche in orbita Napoli: ha segnato già 30 gol in stagione finora e se ne è parlato soprattutto negli ultimi giorni in relazione a una possibile cessione di Osimhen. Peccato che abbia già una clausola da 100 milioni di euro, trasferimento che potrebbe essere comunque agevolato dalla volontà fondamentale del giocatore nord-europeo. Sostituire Osimhen sarà un qualcosa di complesso. Gyokeres è un attaccante fisico (187 cm), di stazza, che sa giocare con e per la squadra, ma che in area di rigore è letale, forse anche più cinico del nigeriano. Lo svedese è infatti una prima punta vera e propria. Passando alla carriera, Viktor Gyokeres è cresciuto nel Brommapojkarna, uno dei settori giovanili svedesi più rinomati a livello mondiale. Rimane lì fino al 2017, chiudendo con 25 gol in tutte le competizioni. Passa al Brighton, dove però in un anno e mezzo non trova mai spazio in Premier League. La prima stagione “positiva” è quella del 2019/20 con il St. Pauli, quando segna 7 gol in 26 presenze. Dopo l’esperienza tedesca si trasferisce in Galles allo Swansea, dove però segna zero gol. Tra gennaio 2021 e il 2023, al Coventry City prende il volo segnando 41 gol in due anni e mezzo e venendo acquistato dallo Sporting, dove ha già segnato 30 gol stagionali. Lo svedese scaraventa la palla in rete in ogni modo. Quando scende in campo, il suo unico obiettivo è segnare. Come accennato, Gyökeres non è però un centravanti elegante. Quando corre la schiena gli si ingobbisce, ma nessuno riesce ad abbaterlo. Travolge chiunque si metta sulla sua strada.

Qualità e “poca tecnica”, attenzione allo svedese:

Il suo idolo è Zlatan Ibrahimovic, anche se i due giocatori sono molto diversi. Il suo modo di giocare si basa sul fiuto per il gol. Vaga per il campo in cerca della giusta occasione per placare la sua “fame”, proprio come un animale quando caccia. Un esempio? La doppietta all’esordio con lo Sporting CP. Segna due gol in appena 15 minuti. La prima rete nasce da un suo colpo di tacco con il quale aggira un paio di difensori. La seconda, è potenza pura: con una sterzata penetra la difesa avversaria e piazza la palla all’angolino con precisione chirurgica. È già il beniamino dei tifosi. Ma che bomber sarebbe senza un’esultanza personale? È proprio in Inghilterra che ha iniziato a celebrare i suoi gol incrociando le dita delle mani davanti alla bocca. Una vera e propria esultanza che potrebbe esser un gesto ripetuto dai tifosi napoletani. L’unico problema? La clausola da 100 milioni per il Napoli è un grande scoglio da superare, la volontà del giocatore che ha sempre sognato di giocare in Serie A potrebbe esser fondamentale. L’ingaggio è molto basso, circa 1.5 milioni di euro lordi a stagione, una vera cifra che in caso di passaggio in azzurro sarebbe quasi triplicato. Aspettiamo le prime risposte sul mercato dei partenopei, aspettando una qualificazione tra Conference-Europa e Champions League è il momento di pensare già alla prossima stagione.

 

A cura di Fortunato Condinno

 

Translate »
error: Content is protected !!