Poker azzurro al Monza: Kvara illumina il Maradona con due gol. A segno anche Kim

NAPOLI-MONZA 4-0

Marcatori: 34’ e 62’ Kvaratskhelia; 47’pt Osimhen; 93’ Kim

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui (69’ Olivera); Anguissa, Lobotka (77’ Zerbin), Zielinski; Lozano (77’ Politano), Osimhen (82’ Ounas), Kvaratskhelia (69’ Elmas). A disp.: Marfella, Sirigu, Jesus, Simeone, Ostigard, Zanoli, Raspadori, Ndombele;All. Spalletti

MONZA (3-5-2) : Di Gregorio; Marlon, A.Ranocchia (47’ Antov), Carboni; Birindelli (82’ Colpani), F. Ranocchia (57’ Valoti), Barberis, Sensi, D’Alessandro (46’ Molina); Petagna (82’ Gytkjaer), Caprari. A disp.: Cragno, Sorrentino, Caldirola, Pessina, Marrone, Bondo, Vignato, Ciurria. All. Stroppa

Arbitro: Forneau; Assistenti: Massara e Sechi, VAR: Irrati

Ammoniti: Caprari, Mario Rui, Di Lorenzo

Note: Spettatori 40mila circa; Angoli 10-4 per il Napoli

Stadio Maradona di Napoli – Prima sfida tra Napoli e Monza in massima serie. Spalletti tiene fede al vecchio motto: squadra che vince non si cambia e schiera lo stesso undici che ha vinto a Verona lo scorso lunedì. In panchina i nuovi acquisti Simeone, Ndombele e Raspadori. Monza senza Mota e Carlos Augusto ma con l’ex Petagna al centro dell’attacco supportato da Caprari e D’Alessandro.

Napoli subito pericoloso dopo appena 1’ con Lozano il cui tiro in diagonale finisce a lato alla destra di Di Gregorio. Dopo 5’ è Kim a sfiorare il primo gol con la maglia azzurra. Il suo colpo di testa su azione d’angolo termina di poco alto sulla traversa con il portiere battuto. Pressione Napoli molto alta che tiene il Monza nella sua metà campo. Osimhen ci prova di testa su azione d’angolo al 13’ ma Di Gregorio è ben piazzato. Il Monza si affaccia nella metà campo del Napoli solo al 20’ con un tiro di Flippo Ranocchia facilmente parato da Meret.

La sblocca Kvaratskhelia al 34’ con un gol che fa esplodere il Maradona. Un “tiraggiro” di destro che fa la barba al palo e si infila all’incrocio dei pali. Un biglietto da visita da grande campione per il georgiano nella sua prima al Maradona. Il Monza non riesce a reagire e nel recupero del primo tempo il Napoli trova anche la rete del raddoppio. Anguissa infila un bel passaggio per Osimhen sulla velocità e il centravanti azzurro entra in area e trafigge Di Gregorio con un diagonale di destro che non lascia scampo a lui e a Marlon che inutilmente prova a fermarlo.

La ripresa si apre sempre con il Napoli in pressione alta e il Monza che fatica a superare la metà campo. Ancora Kvaratskhelia illumina il Maradona. Assist di Lobotka per il georgiano che entra in area, dribbla tre difensori del Monza e mette la palla di sinistro sul palo più lontano. E’ il 3-0 che sugella un inizio di stagione per il numero 77 da sogno. Tre gol in due partite di testa, di destro e di sinistro.

Il Monza trova il gol con l’ex Petagna al 68’ ma Forneau con l’aiuto del VAR annulla giustamante il gol per una evidente spinta su Rrhamani nell’azione d’angolo che aveva portato al gol del 37 del Monza.

Spalletti al 69’ concede la standing ovation del Maradona a Kvaratskhelia inserendo Elmas al suo posto insieme a Olivera che debutta anche lui al posto di Mario Rui. Girandola di cambi nel finale con spazio anche per Zerbin, Ounas e Politano. Tutti i nuovi acquisti di questa settimana restano in panchina. Ci sarà tempo per avere il loro contributo. La chiude Kim al 93’ con un colpo di testa su azione d’angolo. Anche per lui un esordio al Maradona con gol e con una prestazione convincente.

Troppo inferiore il Monza ma anche troppo forte il Napoli che inizia questo campionato nel segno di Kvara, autentica stella di questa squadra. Stadio in festa a fine gara, con i tifosi che sognano un’annata di soddisfazioni.

 

Translate »
error: Content is protected !!