Serve qualcosa di diverso

Il Napoli si sta preparando alla ripresa della stagione in Turchia con una serie di amichevoli che proseguiranno anche nel ritorno in Campania, ma a tenere banco è il mercato con tante voci che si rincorrono. Tra i partenopei un calciatore è molto scontento per lo scarso utilizzo, stiamo parlando dell’italo tedesco Diego Demme. Spalletti ne ha parlato in una delle sue conferenze, dicendo: “Noi stiamo bene così e non vogliamo che avvenga qualcosa né in uscita e né in entrata. Poi se qualche giocatore vuole giocare di più, si vedrà. Ho fatto giocare di meno Demme per colpa dell’infortunio. Se vuole andare a giocare valuteremo di restare così lo stesso, perché ho calciatori che mi possono far sopperire a Demme. Poi è chiaro che il mercato può mettere a disposizione situazioni, ma noi siamo contenti così. Siamo contenti di Demme e preferiamo che resti con noi, poi è lui che decide”. Parole che lasciano intendere che in caso di partenza del centrocampista, Spalletti ha alternative al ruolo, potendo contare su Gaetano, anche lui pochissimo utilizzato, e Ndombele oltre ad Elmas capace di giocare come terzo di centrocampo. Il problema è un altro, in questo momento nella rosa azzurra non c’è nessun giocatore che abbia le stesse caratteristiche né di Lobotka né di Anguissa, Demme può giocare davanti alla difesa ma non ha la stessa tecnica né le stesse linee di passaggio di Lobotka, mentre Anguissa per forza fisica non ha un sostituto naturale in quanto Ndombele appare un calciatore diverso per caratteristiche. Quindi con o senza Demme, il Napoli deve cercare un giocatore che sia una via di mezzo tra Lobotka ed Anguissa, ma ciò è molto difficile da reperire sul mercato invernale.

 

Translate »
error: Content is protected !!