Victor il trascinatore

Gli aggettivi e i soprannomi ormai si sprecano. La gazzella nigeriana, Victor il terribile, Zorro, Batmhen e chi più ne ha più ne metta. Osimhen è sempre più il leader indiscusso della classifica cannonieri e trascinatore di questo strepitoso Napoli padrone della serie A.
Tredici gol in quindici partite senza rigori con una media gol di uno ogni 96’. Davanti a lui a livello europeo solo il fenomeno Haaland. Una autentica macchina da gol che finalmente ha trovato uno stato di forma e una maturità che nei due anni precedenti erano mancati. L’ombra di Mertens nel primo anno con Gattuso, unito agli infortuni, non gli avevano permesso di esprimere tutte le sue qualità. Poi il bruttissimo infortunio a Milano nel suo secondo anno che gli hanno fatto perdere praticamente tre mesi lasciando Spalletti orfano nel momento migliore della stagione. Genio e sgretolatezza. Un diamante grezzo che in tecnico di Certaldo ha saputo forgiare rendendolo in questi due anni un gioiello da vetrina.
Si può dire finalmente che Osimhen ha messo la testa a posto. Gli atteggiamenti “rissosi”, le proteste, le reazioni sconclusionate che gli avevano fatto collezionare non solo gialli ma anche espulsioni, sono ormai un lontano ricordo. Gli avversari provano ad innervosirlo ma lui, serafico, risponde sul campo con i gol e non più con le reazioni plateali. Si è scoperto anche assist man come con la Juve. Un centravanti sempre più completo che si ispira al suo idolo, l’ivoriano Didier Drogba, ex stella del Chelsea, tanto da fargli avere il nomignolo di Petit Didier.
Sicuramente un aspetto che gli ha dato serenità è stata anche la paternità. La nascita della sua prima figlia lo ha reso più responsabile. Ora più che mai Victor è il trascinatore del Napoli, il masaniello di colore che vuole fare la rivoluzione e la storia. Lui non si accontenta di prendere il palazzo, lui vuole prendersi tutto il regno, essere il Re ed essere ricordato tra i centravanti che hanno fatto la storia di questa società portando coppe e scudetti. Victor è sinonimo di vittoria e quella più importante è sempre più vicina grazie ai suoi gol.
Translate »
error: Content is protected !!