Il goleador che non ti aspetti

Due gol in due partite e anche un assist. Non è Osimehn, non è Lorenzo Insigne, è l’altro baluardo del Napoli e leader indiscusso di questa squadra. Parliamo di Kalidou Koulibaly.

Spalletti si sarebbe incatenato in caso di cessione in estate e ne ha tessuto le lodi anche durante le ultime gare per la sua costanza e presenza in campo e fuori. Punto di riferimento per il gruppo. Capitano aggiunto con Insigne e suo vice quando Lorenzo lascia il campo, Koulibaly sta trascinando il Napoli in questo avvio di stagione. Dopo il gol vittoria alla Juve, mette anche stasera ad Udine il sigillo sulla larga vittoria che regala il primo posto solitario alla squadra di Spalletti. Assist per il due a zero di Rrhamani è frutto di uno schema pensato in allenamento. il tre a zero che sigla nella ripresa è invece una prova di forza. La sua conclusione di potenza all’incrocio dei pali è un atto di forza, come quello del Napoli di questa sera che lancia un segnale al campionato. Un segnale forte e deciso come il suo baluardo azzurro che oltre a difendere sa adesso anche segnare gol pesanti. Stasera Koulibaly è il capocannoniere del Napoli con due gol all’attivo. Due gol che valgono un primato che adesso va difeso con grande umiltà, quell’umiltà che Koulibaly ha nel suo DNA come anche la sua qualità di campione ormai indiscusso

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

Translate »
error: Content is protected !!