Zielinski mattatore. Napoli surclassa Liverpool

Il Napoli alla prima di Champions annichilisce il Liverpool 4-1. Inizio roboante, uno dei più belli degli ultimi anni. La squadra di Klopp cade sotto i colpi di Zambo Anguissa, Simeone che esordisce, segna e piange, e Piotr Zielinski che diventa Re di Napoli per una sera con una straordinaria doppietta. La nota stonata viene da Osimhen, che prima sbaglia un rigore e poi si accascia a terra, saranno da valutare le sue condizioni in vista dei prossimi match. Probabile che possa rientrare dopo la sosta.

Primo tempo

Di Lorenzo lancia in verticale Osimhen che scatta in profondità: il nigeriano salta Alisson, da posizione molto defilata ci prova col destro ma la sfera termina sul palo. Sul dischetto si presenta Zielinski che spiazza Alisson e porta in vantaggio il Napoli. Rigore perfetto. Reagisce subito il Liverpool. Luis Diaz prova a saltare Rrahmani, che in qualche modo riesce a rifugiarsi in calcio d’angolo. Palla in profondità per Osimhen, che resiste alla carica di van Dijk, entra in area ma non riesce a calciare. Nel corpo a corpo con l’olandese, l’ex Lille resta a terra e gli viene assegnato calcio di rigore. Il nigeriano si fa ipnotizzare da Alisson: il brasiliano intuisce il lato e intercetta il pallone: occasione sciupata dal Napoli. Erroraccio di Gomez, che regala palla a Osimhen che si invola verso la porta. Davanti al portiere serve Kvaratskhelia, che calcia a botta sicura ma trova l’opposizione di van Dijk sulla linea.Kvara recupera palla a Gomez e appoggia per Anguissa sul lato corto dell’area che va in uno-due verticale con Zielinski. Davanti ad Alisson, da posizione un po’ defilata, decide comunque di calciare e beffa Alisson sul primo palo. Sente dolore Osimhen, non al meglio per questa partita. Spalletti manda a scaldare Simeone ed entra per il nigeriano. Azione strepitosa di Kvaratskhelia che ubriaca Gomez e mette al centro un cioccolatino per Simeone che a porta vuota fa 3-0.

Secondo tempo

Lancio in profondità per Simeone, scappato ancora bene tra i centrali. Gran palla per Zielinski, che davanti ad Alisson calcia ma trova il grande intervento dell’ex Roma, poi si fionda di nuovo sul pallone e con un tocco sotto ribadisce in fondo al sacco. Di Lorenzo perde un pallone sanguinoso sulla trequarti, che arriva a Luis Diaz: il cololbiano punta la porta, si accentra e fa partire un bel destro a giro su cui Meret non può nulla. Zerbin sbaglia il rilancio e serve Salah. Cross morbido per Luis Diaz, che dà una frustata al pallone di testa: gran riflesso di Meret che devia in angolo. Simeone allarga per Lozano: il Chucky però fa tutto da solo e calcia da posizione defilata: blocca Alisson. Contropiede del Napoli lanciato da Anguissa. Zerbin ha spazio per andare, ignora Simeone e va al tiro: blocca Alisson.

Napoli Liverpool 4-1: risultato e tabellino

Marcatori: 5′ rig., 49′ Zielinski (N), 31′ Anguissa (N), Simeone (N), 49′ Luis Diaz (L)

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Minjae, Olivera (74′ Mario Rui); Anguissa, Lobotka, Zielinski (74′ Elmas); Politano (56′ Lozano), Osimhen (40′ Simeone), Kvaratskhelia (56′ Zerbin). All. Spalletti. A disposizione: Idasiak, Sirigu, Juan Jesus, Mario Rui, Ostigard, Zanoli, Elams, Gaetano, Ndombele, Zerbin, Lozano, Raspadori, Simeone.

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Gomez (46′ Matip), Van Dijk, Robertson; Fabinho, Milner (62′ Alcantara), Elliott (76′ Arthur); Diaz, Firmino (61′ Nunez), Salah (62′ Jota). All. Klopp. A disposizione: Adrian, Davies, Thiago, Jota, Tsimikas, Nunez, Arthur, Matip, Bajcetic, Phillips.

Ammoniti: Milner, Rrahmani

Translate »
error: Content is protected !!